Custodi Domine Vigilantes

News

giugno 03 2019

La Thailandia si conferma vincitrice del Trofeo Marco Rizzotti

Domenica 26 maggio si è conclusa la 33° edizione del Trofeo Marco Rizzotti.
La Thailandia, Campione del Mondo in carica e vincitrice del Trofeo nel 2018, lo ha brillantemente difeso e tornerà a difenderlo, per il terzo anno consecutivo, nel 2020.
Sono stati tre giorni di regata entusiasmanti. Il “team race”, che sempre più si va affermando nella classe Optimist, si è sviluppato con un Round Robin completo: ogni squadra, composta da 4 barche, si è battuta contro tutte le altre. Si sono disputati 136 incontri, match in termine tecnico. I giovani velisti sanno far davvero volare le piccole barche, con evoluzioni spettacolari.
Ci si aspettava di assistere ad incontri di livello tecnico elevato e così è stato. Anche le squadre meno accreditate hanno sempre regatato dando il massimo, impegnando il teamarbitrale formatoda 16 Umpires che su otto gommoni seguivano ciascun match e il Comitato di Regata composto da8 Giudici, i quali non potevano concedersi un attimo di respiro dato l’alto livello agonistico e la rapidità con la quale si sino succedute le partenze, una ogni treminuti circa.
Domenica mattina si completava il Round Robin, che vedeva la Thailandia concludere con il 100% di vittorie, seguita dalla Nazionale Italiana di Marco Gradoni, già Campione del Mondo negli ultimi due anni, con un solo incontro perso, proprio contro la prima in classifica. In terza posizione la squadra turca dall’ARM Urla, vera sorpresa della competizione, e al quarto posto la squadra USA Lauderdale YC. Quinta la squadra di Fraglia Vela/XIV Zona e 10° la squadra locale della XII Zona Veneto. Ottime prestazioni per le italiane.
Si sono quindi disputate le semifinali. L’Italia batteva la squadra Turca ARM e la Thailandia la squadra USA Lauderdale YC.
Nella “Petit Final” per il terzo posto l’ARM con due vittorie conquistava il podio.
Una entusiasmante finale chiudeva questa bellissima edizione del Trofeo Marco Rizzotti.
Il primo posto sarebbe stato della squadra che avesse raggiunto la terza vittoria. La Thailandia sembrava volare al successo vincendo i primi due incontri. Ma l’Italia con due bellissime prove conquistava la parità. L’ultimo e decisivo match vedeva la Thailandia prevalere e riconquistare il Trofeo.
L’evento si è concluso al Camping Village Marina di Venezia, dove le 17 squadre composte da 85 giovani velisti erano ospitate dal Comitato Organizzatore del Diporto Velico Veneziano e della Compagnia della Vela di Venezia.  Alla bella cerimonia di premiazione è intervenuta anche il Sindaco di Cavallino Treporti, Avv.Roberta Nesto, e il Console onorario del Regno di Thailandia. Sono stati premiati i primi tre classificati con pregiate vele in vetro create dal maestro Piero Ragazzi. Alle squadre che hanno tenuto il miglior comportamento a terra, la Nazionale Inglese e, durante le regate, la squadra brasiliana dello YC Santo Amaro di San Paolo, sono state assegnate le targhe “Fair Play” offerte dal Panathlon club di Venezia in memoria di Giampaolo Righetti. La Coppa “memorial”Giorgio Lauro è stata assegnata al più giovane velista, il thailandese Weka Bhanubundh di 10 anni.
Un ringraziamento per aver in vari modi supportato questo importante evento velico va al AVP Investimenti e al Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, aAlilaguna, alle Generali di Venezia, alla Ingemar, ATVO, Despar, Ragazzi di Murano, GP Pellgrini, al Camping Village Marina di Venezia, al Consorzio Venezia Nuova e all’Hotel Cà di Valle. Un graziein particolare a tutti  volontari che hanno lavorato per realizzare l’evento, agli Arbitri internazionalie nazionali ed al Comitato di Regata.