Custodi Domine Vigilantes

PRESS COMUNICATI STAMPA

XIV EDIZIONE DELLA  VELEZIANA 
Domenica 17 ottobre al via la Veleziana numero 14

Lo spettacolo di arrivare a vele spiegate nel bacino di San Marco si ripeterà quest’anno per la 14. volta. La Veleziana tornerà la terza domenica (17) di ottobre garantendo divertimento, passione e agonismo a Venezia e in Adriatico. La stagione velica veneziana da tempo si chiude con l’evento organizzato dalla Compagnia della vela, una manifestazione che è andata via via affermandosi sempre di più proprio per le sue peculiarità. La partenza dal tratto di Adriatico antistante le spiagge del Lido di Venezia coinvolge una moltitudine di imbarcazioni di diverse classi e dimensioni, da quelle più piccole ai Maxi. Il percorso prevede l’ingresso dalla bocca di porto del Lido, dove è stato creato il Mose, per poi passare tra il Lido e l’isola di Sant’Andrea, fino all’arrivo in bacino di San Marco.

La Veleziana, presentata nel corso della conferenza “Esperienze e cultura del mare” che si è tenuta oggi alla Torre di Porta Nuova del Salone nautico 2021, con il tempo è diventato l’evento di punta dello storico circolo veneziano (110 anni compiuti lo scorso marzo), richiamando persone da tutto il mondo. Sempre più attenzione è rivolta alla manifestazione che si attesta ormai tra i più seguiti a livello nazionale, dietro solo alla Barcolana di Trieste.
Lo scorso anno, infatti, hanno preso parte circa duecento imbarcazioni nonostante il covid, il che ha prodotto un indotto di partecipazione di circa mille persone solo a bordo dei natanti.
Equipaggi di professionisti hanno regatato a fianco di amatori e diportisti, in quello che è uno spettacolo davvero unico al mondo.
La macchina organizzativa è impegnata in uno sforzo notevole perché la conformazione della città non consente di poter godere di ampi spazi come accade invece altrove, ma Venezia rimane sempre centrale nell’attrattiva che esercita verso il mondo intero. Non a caso, nel 2020 imbarcazioni si sono iscritte dalle vicine Croazia, Slovenia e Svizzera, ma anche da Germania e Inghilterra.

«Il Salone nautico che ci ospita oggi fra i partner della Vela, ci consente di parlare di un’altrettanto importante evento per la nautica italiana, la Veleziana. Lo sport e la passione che questa regata riesce a unire sono l’orgoglio del nostro circolo e della città intera. La vela accomuna moltissime persone che si impegnano nello sport e che hanno a cuore benessere e salvaguardia dell’ambiente marino», ha esordito il presidente del circolo PierVettor Grimani.

Riuscire nell’intento di portare regate che sfoggino grandi numeri, come la Veleziana, può fungere da attrattiva anche per un turismo e un indotto di elevata qualità, di cui Venezia necessita, soprattutto in un periodo storico come questo.

Dal punto di vista dell’affluenza, l’auspicio è che si confermi quanto di buono fatto lo scorso anno: «Il 2020 è stato un anno decisamente particolare, noi puntiamo a bissare il successo della precedente edizione, siamo pronti ad ospitare tutti gli sportivi che vorranno partecipare all’evento, magari proprio tornando dalla Barcolana», ha concluso il presidente della Compagnia della vela.
Il circolo veneziano rende noto che però la Veleziana sarà la chiusura della stagione velica, che durante l’estate sarà particolarmente intensa e partecipata. Infatti, tra gli eventi organizzati dal circolo, si registra l’open day di oggi. Un modo per approfondire i temi della scuola vela e per avvicinarsi a questo magnifico sport. Dal punto di vista delle regate, invece, si segnalano, tra le altre, la “Summer Race – Veleggiata del solstizio” del 19-20 giugno, la Cooking Cup (in cui il punteggio varia in base alla capacità di produrre piatti culinari, oltre che al posizionamento sportivo) del 3-4 luglio e la Lui&lei che si terrà il 18 settembre.
Un anticipazione è stata fornita proprio oggi, cioè l’avvio della collaborazione con Cipriani Food e Cipriani Drinks, che sarà oggetto di future comunicazioni.

Il consulente per la comunicazione
Tomaso Borzomì

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

XIV EDIZIONE DELLA REGATA VELEZIANA PRESENTATA AL SALONE NAUTICO VENEZIA

La quattordicesima edizione della manifestazione è stata presentata oggi all’Arsenale durante la seconda edizione del Salone Nautico Venezia. La regata che si svolge in Laguna la terza domenica di ottobre è una festa per lo sport e per Venezia. La Compagnia della Vela impegnata in un interessante convegno sulla cultura del mare.

Venezia, 2 giugno 2021 – Sarà uno straordinario colpo d’occhio di coloratissime vele spiegate per dar vita all’evento velico più importante per la città di Venezia: il 17 ottobre, terza domenica del mese, si svolgerà la quattordicesima edizione della “Veleziana”, un evento sportivo promosso dalla Compagnia della Vela di Venezia che vede la presenza di circa 200 partecipanti tra imbarcazioni di piccole dimensioni e maxi yacht. La conferenza stampa di presentazione si è tenuta oggi nell’ambito del Salone Nautico Venezia nell’ambito del convegno “Esperienze e cultura del mare” che ha raccolto diverse testimonianze di vita sul mare. Vi hanno partecipato la Guardia Costiera con il comandante Cosimo Nicastro e l’ammiraglio Giuseppe Aulicino che hanno raccontato il grande lavoro a favore della sicurezza per il diporto e la navigazione. Si è parlato dell’arte navale di Artù Chiggiato con relatore Ugo Pizzarello. Pietro Luciani e Massimo Juris hanno raccontato come si timona in regata. Filippo Fernè ha parlato della sua navigazione verso le Fiji, Carlo Nuvolari della evoluzione del megayacht, nato dalle navi di Stato, Corrado Scrascia delle bandiere e Alessandro Marzo Magno della storia dell’Arsenale e della Serenissima.

Alla presentazione della Veleziana era presente l’Assessore al Turismo del Comune di Venezia, Simone Venturini: “Quella della Veleziana è una storia importante e lunga che ogni anno si è migliorata ed è cresciuta e la scelta di oggi per noi importante perché sempre di più vogliamo che il Salone diventi in qualche modo la cornice all’interno della quale mettere a sistema tutte le iniziative e le cose belle che in città e in Adriatico avvengono, perché possono trovare nella qualità una loro proprio coerenza. Il lavoro che svolgete quotidianamente va a beneficio dell’intera città, sotto il profilo del turismo e dell’importanza di riscoprire questo rapporto di Venezia con l’acqua che nei decenni si è un po’ perso, ma soprattutto un messaggio di sostenibilità. La vela è sostenibile per definizione, richiede sacrificio, dedizione, competenza e rispetto del mare. Per l’Amministrazione Comunale oggi più che mai importante, visto che stiamo cercando di dichiarare Venezia capitale della sostenibilità internazionale”.

La Compagnia della Vela è stata una dei primi che ha creduto nel progetto del Salone Nautico e quest’anno rilancia tantissimo la sua presenza con uno stand, attraverso la Federazione Italiana Vela, e con l’importantissima regata Match Race che si svolgerà nel prossimo week end nel Bacino di San Marco – ha aggiunto il direttore operativo di Vela e del Salone Nautico, Fabrizio D’OriaPer la città di Venezia, la Veleziana rappresenta un importante momento di comunicazione di un turismo di qualità perché porta a Venezia un segmento, quello della nautica  legata alla vela, insieme ad importanti imbarcazioni e velisti. Noi crediamo sia importante portare a Venezia eventi che portino un turismo di qualità e grazie alle sinergie di tutti gli operatori della città, pubblici e privati, si può far crescere questo segmento legato alla nautica”.

Come ha sottolineato il presidente della Compagnia della Vela, Pier Vettor Grimani, organizzare una simile manifestazione è una “enorme gratificazione”, mentre il vicepresidente per la parte sportiva, Francesco Martina, ha ricordato che “il segreto della manifestazione, sin dalla sua prima edizione, è sempre stato quello di legarsi sempre di più alla città perché strutturalmente Venezia è un palcoscenico per una manifestazione come questa. Il percorso esalta questo rapporto tra la città, i concorrenti e il pubblico”. Sempre Martina ha ricordato che dal punto di vista tecnico questa regata ha una caratteristica unica: il passaggio dal mare alla laguna, quindi si affronta una situazione anche dal punto di vista tattico-sportiva unica. “È una piccola crociera – ha detto – altre regate non hanno lo stesso sviluppo e la diversità di condizioni in un tempo così ristretto”.

Il Salone Nautico Venezia è promosso dal Comune di Venezia e realizzato attraverso la società Vela spa, in collaborazione con la Marina Militare Italiana. Partner della manifestazione sono importanti realtà come Eni, Intesa Sanpaolo, Generali, Consorzio Prosecco DOC e Camera Di Commercio Venezia e Rovigo. Partner tecnici Mole Urbana, e-concept e ABB.

 

Il programma degli eventi e l’elenco degli espositori sul sito: www.salonenautico.venezia.it

Cesare Bozzetti secondo a Scarlino nella Swan Tuscany Challenge

Venezia, 31 maggio 2021 – Ancora un successo per il socio Cesare Bozzetti. Nello scorso fine settimana a Scarlino si è tenuta la Swan Tuscany Challenge che ha visto impegnato anche un pezzettino di Compagnia della Vela. Bozzetti si è classificato secondo nella prima tappa del circuito dedicato agli Swan50 su Hatari di Marcus Brennecke, dietro a Cuordileone di Leonardo Ferragamo. Una regata che ha visto un testa a testa tra i primi due contendenti, ma che alla fine non ha premiato il lagunare.

Non c’è amarezza, ma consapevolezza di aver dato tutti: «Peccato, abbiamo dovuto fare i conti anche con la variabile vento, dato che c’era Bonaccia. I primi però sono stati davvero molto bravi, dobbiamo render loro merito e fare i complimenti», ha commentato il socio del circolo lagunare.

Consulente per la comunicazione
Tomaso Borzomì

Campionato nazionale SB20, a Venezia la seconda tappa
Tre giorni di sport, ospiti della Compagnia della vela

Venezia, 7 maggio 2021 – La Compagnia della Vela di Venezia ospita la seconda tappa del campionato nazionale di classe SB20. Questo fine settimana, da oggi a domenica, otto partecipanti si sfideranno tra le acque veneziane nel campo di regata antistante alla spiaggia del Des Bains.
La classe “ad armi pari” degli SB20 è oggi molto sviluppata in nazioni come Portogallo e Inghilterra, oltre che in Italia, dove dopo un periodo di declino, sta tornando a interessare i velisti.

Per quanto riguarda l’evento, partito oggi alle 13, si terranno quattro prove al giorno fino a domenica. Da domani l’orario di partenza potrebbe variare in relazione alle condizioni del vento, che fino ad oggi sono state di buon auspicio: «Speriamo che le condizioni meteo vissute in questi giorni possano proseguire, regalando così un fine settimana di divertimento all’insegna dello sport all’aria aperta come la vela», ha commentato il vicepresidente della Compagnia della Vela Francesco Martina.

Questa mattina si è tenuto lo skipper meeting (riunione pre-gara) per fornire le informazioni agli equipaggi, seguito dalla pesa, dato che gli atleti non devono oltrepassare i 270 chili.
«L’intenzione è quella di cercare di creare un circuito residente a Venezia affinché gli equipaggi possano utilizzare la flotta della Compagnia della Vela, evitando così tutte le difficoltà legate alla logistica veneziana», ha proseguito Martina.
Da ultimo, il vicepresidente ha sottolineato la partecipazione, nutrita, del circolo veneziano: «C’è soddisfazione per esser riusciti a imbarcare soci della Compagnia giovani e meno giovani, anche con passato agonistico importante».
Tra i presenti che prenderanno parte all’evento c’è anche il presidente della classe SB20 Paolo Trevisan, a bordo della barca numero 6.

Esprime positività il presidente della Compagnia della Vela PierVettor Grimani: «Siamo particolarmente soddisfatti per questa manifestazione che vede la flotta della Compagnia della vela in prima linea. Il fatto che la classe abbia scelto il nostro circolo per una tappa del campionato nazionale è la conferma di un successo degli investimenti effettuati dalla Compagnia».

Infine il club veneziano ricorda che il suo “Open day” si terrà, per adulti e ragazzi, tra il 30 maggio e il 2 giugno, giornata, quest’ultima, che si estenderà ulteriormente anche ai più piccoli.

COMPAGNIA DELLA VELA A.s.d.

Foto prima giornata

Le telecamere della Rai per i 110 anni della Compagnia della Vela

Alle 8.30 Dario, accompagnato da Giacomo e Manuele, è già all’opera nella sede della Compagnia della Vela. La troupe della Rai composta dai tre sta filmando gli interni della club house, in attesa di andare in onda su Raidue per una diretta di commento all’America’s Cup. Da Roma, in studio, c’è l’ex “Ragazzo del Moro” e socio della Compagnia della Vela Max Procopio. Da San Giorgio, in collegamento, il presidente Pier Vettor Grimani e il socio delegato alla tradizione Corrado Scrascia. La mattina vola via liscia, la troupe riprende la darsena grande, il bacino di San Marco e poi si sofferma sui nostri giovani atleti, intenti ad armare i laser. Nel frattempo, la Rai ci accorda anche un altro servizio, in attesa di domenica prossima, 21 marzo. L’oggetto di interesse sono i 110 anni del circolo. E così le battute dei rappresentanti della Compagnia della Vela vanno in onda, raccontando cosa sia il circolo per Venezia, l’indissolubile legame con il Moro, che a San Diego regatava sotto il nostro guidone, e l’attualità, fatta da oltre 500 soci e più di trenta atleti.

Consulente per la comunicazione
Tomaso Borzomì
+39 328 0276616

Silvia Zennaro stacca il pass per Tokyo 2021, i complimenti della Compagnia della Vela

«Siamo molto felici per Silvia Zennaro, nostra socia benemerita, e il suo successo nell’andare alle Olimpiadi di Tokyo 2021. L’atleta ha dimostrato le sue capacità che la vedranno ripetere l’esperienza di Rio 2016. Per la Compagnia della Vela è un onore di cui andiamo fieri. A Silvia i complimenti di tutto il circolo, congratulazioni per il successo». Con queste parole, il presidente della Compagnia della Vela Pier Vettor Grimani ha voluto congratularsi con l’atleta di Chioggia per il suo traguardo raggiunto.

Consulente per la comunicazione

Tomaso Borzomì

+39 328 0276616

 

Luna Rossa – Prada Cup Compagnia della Vela si congratula con il Circolo della Vela di Sicilia per la vittoria

Presidente Grimani: «Complimenti per il successo, ricordiamo bene queste emozioni»

Venezia, 21 febbraio 2021 – La vittoria in Prada cup di Luna Rossa, che regata sotto il guidone del Circolo della Vela di Sicilia, porta alla mente la vittoria del Moro in Louis Vuitton cup 1992.

«La Compagnia della Vela di Venezia esprime tutta la sua gioia agli amici del Circolo della Vela di Sicilia, con cui siamo gemellati, per il successo, ricordiamo bene le emozioni che si provano a vedere un’imbarcazione del club arrivare a questi risultati sensazionali», ha affermato il presidente del circolo veneziano PierVettor Grimani.

Il 7-1 al team inglese, che parla da sé, è frutto di una perfezione che nelle acque neozelandesi non ha lasciato scampo a nessuno.

«Vogliamo testimoniare tutto il nostro affetto e condividere la gioia con il circolo siciliano perché quanto svolto da Luna Rossa è un esempio di unità del nostro Paese, in grado di produrre eccellenze mondiali che si confermano soprattutto in un settore in cui ci siamo sempre contraddistinti internazionalmente come la nautica», ha proseguito il presidente.

Non è mancato un piccolo amarcord: «Il “nostro” Moro è stato il primo a riuscire in questa impresa, poi Luna Rossa ne ha raccolto il testimone nel 2000 e ora, a vent’anni di distanza, continua a tenere alto il nostro tricolore, siamo orgogliosi di esser parte di questa storia. Ancora congratulazioni al Circolo velico siciliano».

Da ultimo, Grimani ha ribadito l’importanza del settore: «Al di là delle polemiche che si sono susseguite negli ultimi giorni, dopo un periodo così delicato come quello che abbiamo vissuto, e stiamo vivendo, la nautica si dimostra un possibile punto di ripartenza per il Paese intero. Le difficoltà sono sotto agli occhi di tutti, ma, da oggi, il successo in una competizione che esprime eccellenze mondiali dimostra che il saper fare italiano è in grado di dire la sua».

Per informazioni ed eventuali approfondimenti: Tomaso Borzomì, consulente per la comunicazione

3280276616

2021-02-21 prada cup

SAVE THE DATE

Venezia, 6 ottobre 2020 – Sabato 10 ottobre alle ore 11.30 nella sede storica della Compagnia della Vela, a San Marco (ponte della Zecca), si terrà la conferenza stampa di presentazione della 13^  edizione della Veleziana. Sarà l’occasione per parlare con il presidente della Compagnia Pier Vettor Grimani e conoscere i dettagli della regata più importante dell’anno.

Seguirà aperitivo.

2020-10-06 save the date – veleziana

Il 18 ottobre al via la Veleziana numero 13

Venezia, 3 ottobre 2020 – Lo spettacolo di poter vedere oltre cento imbarcazioni a vela nel bacino di San Marco ritorna anche quest’anno grazie alla Veleziana (www.veleziana.com, www.compagniadellavela.org). La 13. edizione della manifestazione sportiva organizzata dalla Compagnia della Vela, che si terrà il 18 ottobre prossimo, seguirà la prestigiosa Barcolana triestina dell’11 ottobre, in una ideale coda lunga che vuole unire l’Adriatico all’insegna dello sport velistico.

La Compagnia della Vela, nonostante il periodo “delicato” derivante dalle restrizioni dovute al coronavirus, ha scelto di proseguire nella promozione dello sport. Infatti, la Veleziana quest’anno si arricchirà di altri tre eventi “a corollario” nel corso del fine settimana, cioè la regata di vela al terzo, la Veleziana Sb20 e la Veleziana Dinghy.

«A causa delle restrizioni dettate dal Covid, siamo consapevoli che sarà difficile replicare il successo dello scorso anno, con oltre duecento barche a vela presenti. Questo però non ferma il desiderio e lo spirito sportivo, che da sempre caratterizza la Compagnia della Vela, nel promuovere i valori dello sport e dell’andar per mare», ha commentato il presidente della Compagnia della Vela Pier Vettor Grimani.

Per quel che riguarda la novità assoluta, la Veleziana Sb20, si tratta di una regata “Onedesign Sb20” che si terrà il 16 e 17 ottobre. Il campo di regata sarà a sud-est della diga foranea di San Nicolò al Lido di Venezia, per motivi organizzativi, le iscrizioni dovranno avvenire entro il 12 ottobre. Al fine di consentire una estesa partecipazione, l’intera flotta del circolo sarà presente, con otto imbarcazioni a disposizione di chi volesse prenotarle e cimentarsi nella manifestazione.

La Veleziana Dinghy intende invece bissare il successo di partecipazione dello scorso anno. La regata zonale dei Dinghy 12′ sarà un evento che porrà al centro dell’attenzione l’ultracentenaria classe in cui usualmente si cimentano anche i campioni olimpionici. L’organizzazione è effettuata dall’Avl, Associazione velica Lido, con la collaborazione della Compagnia della Vela e dell’Associazione Italiana classe Dinghy 12′. Il campo di regata sarà nelle acque lagunari antistanti l’Avl e le iscrizioni termineranno il 13 ottobre prossimo.

Come gli scorsi anni anche questa edizione vedrà la partecipazione delle imbarcazioni tipiche lagunari della associazione Vela al Terzo, che porteranno i loro colori nel percorso lagunare della regata. Da sempre è nella tradizione della Compagnia della Vela organizzare regate con le barche di questo tipo, tradizione che si rinnova con la loro presenza nelle acque del bacino di S. Marco.

Il fine settimana sportivo sarà anche l’occasione per attrarre un turismo diverso, grazie ai numerosi equipaggi che giungeranno da tutto l’Adriatico: «In un periodo difficile per tutta la città come questo, è fondamentale cercare di sostenere Venezia e le sue realtà commerciali. Per questo, il fine settimana della Veleziana si propone come modalità di turismo di “qualità” grazie alle numerose persone che approfitteranno della “scusa” sportiva per osservare da vicino le bellezze della nostra laguna», ha concluso Pier Vettor Grimani.

La Compagnia della Vela è grata agli sponsor per il sostegno all’organizzazione della Veleziana: Antal, Arpav, Astra, Audi Motorclass, Cipriani Food, Doyle, Garmin, Girmi, Hard Rock Café, Harken Spinlock, Ingemar, Mare di Carta, Mymatch race, Rigoni di Asiago, Salvadori, Sant’Elena Marina, Tag Heuer, Venezia Certosa Marina, Veneziani, Vetus.

Tomaso Borzomì consulente per la comunicazione

+39-3280276616

 

La Compagnia della vela

Lo Yacht club veneziano è nato il 21 maggio 1911 e solo dopo otto anni assunse il nome di Compagnia della Vela, a seguito di un messaggio di Gabriele D’Annunzio diretto al vicepresidente dell’epoca. Le iniziali fanno da sfondo al motto ideato dal poeta italiano “Custodi, Domine, Vigilantes”. Oggi il circolo conta su quasi 600 soci italiani e stranieri e ha due sedi, quella storica, ai Giardinetti reali di San Marco e quella nautica che vanta 1400 metri quadrati e una capienza di 350 ospiti. A questo si aggiunge la guest house (nove stanze con bagno), la darsena con 110 ormeggi fissi e posti in transito oltre al bar interno.

Per quello che riguarda l’aspetto sportivo, la scuola vela è costituita da 250 allievi con imbarcazioni e istruttori federali dedicati, il team optimist e il team laser constano di 25 agonisti e un allenatore dedicato, inoltre, la flotta sociale è composta da 8 imbarcazioni Sb20 da regata.

Nel 2019 la Compagnia della Vela è stata insignita dalla Fiv (Federazione Italiana Vela) del titolo di migliore scuola nautica italiana.

Indissolubile è il legame con il Moro di Venezia, varato l’11 marzo 1990, che si aggiudicò la Louis Vuitton Cup, diventando così il Challenger ufficiale dell’America’s Cup nel 1992. Il Moro veleggiava infatti sotto i colori della Compagnia della Vela. Con Paul Cayard il Moro sconfisse in finale della Louis Vuitton Cup team New Zealand, acquisendo il diritto a contendere l’America’s Cup all’imbarcazione statunitense “America”. Lo scafo veneziano fu la prima barca non anglosassone ad ambire al titolo.

Tra le più famose regate organizzate dal circolo ci sono: La Veleziana, la Cooking Cup, la Summer Race Vela Cup, la Lui&Lei, il Trofeo Marco Rizzotti – International Optimist Class Team Race. Per quello che riguarda le manifestazioni sportive nazionali e internazionali, la Compagnia della Vela è stata circolo organizzatore de: l’Italia Cup Laser (2018), l’America’s Cup World Series (2012), la Dinghy World Cup (2012), l’Audi Melges 20 Sailing Series (2011), il Campionato Italiano X-35 (2009), iShares Cup Extreme 40 Sailing Series (2009) e il Campionato Italiano Classi Olimpiche (2008).

2020-10-03 13. veleziana

 

 

 

Coppa Amadi, Trofeo Città di Jesolo – Primo posto  per l’atleta della Compagnia della Vela – Successo dell’organizzazione e di Uguali nel Vento Onlus

Jesolo,  30 agosto 2020 – Stefano Maurizio (Compagnia della Vela) si aggiudica il XVIII Trofeo Città di Jesolo grazie al piazzamento nell’unica prova disputata e riceve dall’Assessore allo sport del Comune di Jesolo Esterina Idra il prestigioso premio.

Le proibitive condizioni meteo di questo ultimo week end di agosto, hanno concesso un’unica tregua nella giornata di sabato, sufficiente a disputare una veloce e divertente prova al termine della quale, visto il progressivo aumento dell’onda che avrebbe reso pericoloso il rientro in porto, il Comitato ha sospeso le regate. Alle spalle di Stefano Maurizio, il Campione Italiano in carica Giancarlo Mariani (Liberi nel Vento ASD) che si aggiudica anche la Coppa Fabio Amadi e terzo classificato Marco Collinetti (Compagnia della Vela).

Va così in archivio l’edizione 2020 del Trofeo Città di Jesolo, con la quale, pur con tutte le incombenze dettate dalla gestione dei protocolli sanitari, Uguali nel Vento ha voluto, insieme ai Circoli organizzatori, lanciare un messaggio di ripartenza per lo sport e per le competizioni agonistiche, grazie anche al sostegno dell’Amministrazione comunale e del Porto Turistico di Jesolo.

La regata era valida anche come seconda prova del Campionato zonale, organizzato da Jesolo Yacht Club, Compagnia della Vela e Circolo Vela Mestre e riservato agli atleti della XII Zona FIV. Stefano Maurizio si aggiudica il primo posto, seguito da Marco Collinetti e Angelo Boscolo (Jesolo Yacht Club)

Fine settimana di grandi risultati per la Compagnia della Vela

Triplo podio alla Duecento di P. S. Margherita, primo successo alle zonali Optimist

Venezia, 12 luglio 2020 – La stagione sportiva appena partita porta bene alla Compagnia della Vela di Venezia. Questo fine settimana i soci Dario Perini e Massimo Juris hanno portato il guidone del nostro Club velico al podio. Perini, armatore di Seven J Seven, assieme al timoniere Federico Salpietro, si è classificato secondo in Orc 3 alla “200 per tutti” con il tempo di 26:29:06, a distanza di due minuti e ventun secondi dal primo posto. Vittoria sfiorata anche per Juris, su Gecko, che assieme a Enrico Maccaferri ha fatto registrare il tempo di 26:35:39 in classe Orc 3 alla Duecento per due. Il loro distacco è stato di un minuto e trentacinque secondi dal primo posto.

La “200 per due” di Caorle ha registrato anche un successo tra i nostri soci partecipanti. Roberta Fazzana, su Antigua con Franco Deganutti, si è aggiudicata il primo posto nella classe Mini. Un traguardo che riempie di orgoglio sia i partecipanti che il circolo, sempre pronto a festeggiare i nostri successi.
Piazzamento di prestigio anche per i soci Francesco Rigon, tiimoniere, e Andrea Grandi, che sempre nella stessa regata d’altura, con un Farr 30,  sono giunti secondi in tempo reale a 4’10” dal primo assoluto.
Nel corso del fine settimana, si segnala anche l’ottimo risultato conseguito dalla giovane atleta Giulia Marella, che si è aggiudicata la prima selezione zonale in classe Optimist (agonisti). Sabato e domenica all’associazione velica Lido si sono infatti corse le regate zonali in cui la Compagnia della Vela si è distinta per i risultati conseguiti. Nella categoria agonisti, Marella è stata seguita al terzo posto da Paone Mittner Leopoldo. Successo anche nella categoria pre-agonisti grazie a Paone Mittner Martino, il più piccolo della flotta e alla sua prima regata ufficiale.
«Sono state svolte tre prove per ogni giorno con buone condizioni di vento che a volte ha segnato anche 15 nodi», ha fatto sapere l’allenatore Salvatore Prinzivalli.
L’appuntamento è il prossimo fine settimana, quando si terrà l’ultima regata zonale di selezione valevole per i Campionati Nazionali di fine agosto. E sempre il prossimo fine settimana si terranno le zonali alla LNI di Belluno per le classi “standard”, “radial” e “4,7”.
Questo fine settimana la nostra squadra era presente con tre prove nelle “standar” e “radial”, mentre due prove si sono tenute nella “4,7”. A Belluno c’erano Clanetti Filippo, Dolcetta Serena, Grandi Giovanni, Paciello Luigi, Boldrin Gabriele, Toniolo Edoardo, Beccarello Luciano e Olivetti Maurizio (“4,7”); Spavento Pietro, Pecoraro Matteo, Lenarda Alice, Narduzzi Guido, Battisti Filippo, Palma Andre, Simone Lorenzo (“Radial”) e Saccomani Giovanni, Pajer Jacopo, Tomasella Edoardo, Civran Marco e Martina Francesco (Standard).
«Sul podio salgono nello standard con 3 primi indiscussi Saccomani sui radial al secondo posto Battisti e al terzo Spavento, purtroppo Pecoraro a causa di una infrazione alla 42 perde il podio per un soffio. Nel 4,7 buon quarto Clanetti seguito da Dolcetta, purtroppo discontinua nelle due prove», ha reso noto il coach Paolo De Angelis.

Consulente per la comunicazione
Tomaso Borzomì
+39 328 0276616

 

———————————————————————————————————————————————————————————–

Open day e veleggiata d’apertura, un fine settimana all’insegna dello sport

La Compagnia della Vela inizia ufficialmente la stagione aprendosi alla città

Venezia, 26 giugno 2020 – Dopo la riapertura della sede in seguito alle vicende legate al coronavirus, il fine settimana sarà caratterizzato dall’attività sportiva, anima centrale della Compagnia della Vela. Domenica 28 giugno, assieme allo Yacht club Venezia e al Diporto Velico, si terrà la veleggiata d’apertura. Caratterizzati dall’hashtag #DISTANTIMAINCOMPAGNIA, i soci si daranno appuntamento ai nastri di partenza della stagione sportiva, che si terrà a San Nicolò. Il via alla veleggiata sarà dato alle ore 11 con allineamento posto a sud della diga di San Nicoletto, antistante la spiaggia del Lido. Dopo una veleggiata che condurrà le imbarcazioni nello specchio dell’Adriatico da cui è possibile osservare le spiagge del litorale veneziano, l’arrivo è previsto nei pressi dell’ingresso della bocca di porto di Malamocco. La prima parte del benvenuto alla nuova stagione sportiva si concluderà vicino all’isola di Fisolo, dove le imbarcazioni getteranno l’ancora in rada e potranno consumare il pranzo in laguna. Infatti, un’imbarcazione farà da spola tra una barca a vela e l’altra per far sì che i soci si rilassino con un pranzo “distribuito” #DISTANTIMAINCOMPAGNIA.

«Finalmente possiamo organizzare una manifestazione nel pieno rispetto della sicurezza, d’altronde la vela è uno sport che fornisce ampie garanzie. Questa è una veleggiata di “riapertura”, un segnale di ritorno alla vita alla vitalità e all’attività, dovremo aspettare ancora per le regate, ma intanto riprendiamo confidenza con il mare. Anziché la consueta cena, sperimenteremo un momento di aggregazione conviviale all’ancora in laguna, come si faceva una volta, dove potremo stare insieme ognuno nella propria barca», ha commentato il presidente della Compagnia della Vela PierVettor Grimani. «Venerdì c’è anche l’approvazione del bilancio, che avverrà durante l’assemblea annuale, momento in cui si saluterà l’entrata in carica del nuovo Consiglio, con i nuovi eletti, che ringrazio, assieme a chi ha cessato le sue funzioni in maniera egregia», ha concluso il presidente.

Il fine settimana riserverà però un’ulteriore sorpresa per gli amanti dell’andar per mare. Sabato 27 e domenica 28 dalle ore 10 alle ore 18 si terrà il consueto “Open day”. La Compagnia della Vela aprirà le porte del circolo e della scuola vela a grandi e piccini che abbiano il desiderio di avvicinarsi al mondo di questo sport, con un fine settimana di vela gratuito. A San Giorgio, sede nautica dell’associazione sportiva, sarà possibile conoscere i nostri istruttori federali e provare a salire su una barca a vela grazie ad alcune uscite programmate sia per grandi che per i più piccoli (dai sette anni in su). Chi volesse avvicinarsi ulteriormente potrà ricevere informazioni su come iscriversi ai corsi di scuola vela junior, alla scuola di mare (corsi di vela con vitto e alloggio) e ai corsi di vela per adulti. Inoltre, ai partecipanti sarà data la possibilità di vincere un corso di vela gratuito (Una settimana di scuola vela junior).

La Compagnia della vela

Lo Yacht club veneziano è nato il 21 maggio 1911 e solo dopo otto anni assunse il nome di Compagnia della Vela, a seguito di un messaggio di Gabriele D’Annunzio diretto al vicepresidente dell’epoca. Le iniziali fanno da sfondo al motto ideato dal poeta italiano “Custodi, Domine, Vigilantes”. Oggi il circolo conta su quasi 600 soci italiani e stranieri e ha due sedi, quella storica, ai Giardinetti reali di San Marco e quella nautica che vanta 1400 metri quadrati e una capienza di 350 ospiti. A questo si aggiunge la guest house (nove stanze con bagno), la darsena con 110 ormeggi fissi e posti in transito oltre al bar interno.

Per quello che riguarda l’aspetto sportivo, la scuola vela è costituita da 250 allievi con imbarcazioni e istruttori federali dedicati, il team optimist e il team laser constano di 25 agonisti e un allenatore dedicato, inoltre, la flotta sociale è composta da 5 imbarcazioni Sb20 da regata.

Nel 2019 la Compagnia della Vela è stata insignita dalla Fiv (Federazione Italiana Vela) del titolo di migliore scuola nautica italiana.

Indissolubile è il legame con il Moro di Venezia, varato l’11 marzo 1990, che si aggiudicò la Louis Vuitton Cup, diventando così il Challenger ufficiale dell’America’s Cup nel 1992. Il Moro veleggiava infatti sotto i colori della Compagnia della Vela. Con Paul Cayard il Moro sconfisse in finale della Louis Vuitton Cup team New Zealand, acquisendo il diritto a contendere l’America’s Cup all’imbarcazione statunitense “America”. Lo scafo veneziano fu la prima barca non anglosassone ad ambire al titolo.

Tra le più famose regate organizzate dal circolo ci sono: La Veleziana, la Cooking Cup, la Summer Race Vela Cup, la Lui&Lei, il Trofeo Marco Rizzotti – International Optimist Class Team Race. Per quello che riguarda le manifestazioni sportive nazionali e internazionali, la Compagnia della Vela è stata circolo organizzatore de: l’Italia Cup Laser (2018), l’America’s Cup World Series (2012), la Dinghy World Cup (2012), l’Audi Melges 20 Sailing Series (2011), il Campionato Italiano X-35 (2009), iShares Cup Extreme 40 Sailing Series (2009) e il Campionato Italiano Classi Olimpiche (2008).

 

2020-06-26 veleggiata e open day

LA COMPAGNIA DELLA VELA RIPARTE IN SICUREZZA

#DISTANTIMAINCOMPAGNIA

Scuola di Vela al via, una valida alternativa per le famiglie

Venezia, 26 maggio – L’avvio della Fase 2 non ha colto impreparata la Compagnia della Vela, che da lunedì ha riaperto la sede nautica chiusa dai tempi del “lockdown”. Già da due settimane erano infatti ripresi gli allenamenti da parte degli atleti, nel pieno rispetto delle normative Fiv.

Ora è quindi la volta del circolo nel suo complesso di attività, sempre ricordando distanze sociali, mascherine e attività continuative di sanificazione.

La novità principale riguarda la ripresa dell’attività di scuola vela. Dall’8 giugno sarà possibile prender parte ai corsi, gestiti da istruttori federali, che ogni settimana consentiranno ai più giovani di cimentarsi nelle bellezze dell’andar per mare in tutta sicurezza (per info segreteria@compvela.com o 041-5200884). Grazie alla flotta messa a disposizione della Compagnia della Vela, i ragazzi potranno accedere alla struttura e frequentare lezioni pratiche e teoriche dalle 9 alle 17 di ogni giorno. L’attività sarà intervallata dalla pausa pranzo che, grazie ai generosi spazi della sede consentirà di mantenere le distanze sociali.

«Le quote di iscrizione sono rimaste inalterate rispetto allo scorso anno nonostante l’aumento dei costi derivante dalla messa a norma degli spazi – ha spiegato il presidente Pier Vettor Grimani -. Lo facciamo perché crediamo fermamente che la cultura dell’andar per mare sia da condividere con le famiglie del nostro territorio e non solo. Così facendo riusciamo, in un momento storico particolarmente difficile per tutti, a fornire un’attività di livello elevato che consenta ai più giovani un’alternativa alle normali attività estive. Inoltre, la pratica della vela, specie nei più piccoli, consente il naturale rispetto delle distanze grazie all’utilizzo di imbarcazioni singole».

Le quote prevedono il costo di 250 euro per la prima settimana (200 ciascuno nel caso di due o più fratelli) e di 150 per quelle a seguire.

All’ingresso del circolo è previsto un banco con distributore di gel antibatterico e una postazione per la rilevazione della temperatura. Al fine di garantire la massima sicurezza ai frequentatori della realtà, la sede nautica è stata integralmente sanificata e lo sarà a seguire con frequenza settimanale.

In settimana riaprirà anche la foresteria, mentre da venerdì riprenderà tutti i fine settimana anche il servizio bar- ristorante, in maniera da tornare gradualmente alla normalità. Non sarà invece accessibile la sede di San Marco, a causa dei lavori che si stanno svolgendo al ponte della Zecca.

«Teniamo molto alla sicurezza dei nostri soci, atleti e ospiti, per questo abbiamo voluto fortemente adeguare gli spazi dell’intera sede agli standard anti diffusione del covid. L’importanza dell’adottare protocolli anti contagio consentirà una ripresa più attiva soprattutto dell’attività velica che a noi sta molto cara», ha concluso il presidente Grimani.

Addetto stampa

Tomaso Borzomì

+39 328 0276616